);

Per il secondo anno consecutivo Kia sale sul podio dei Red Dot Awards, uno dei maggiori e più importanti premi del design mondiale. A pochi mesi dal lancio della terza generazione della famiglia Ceed, vengono premiate tutte e tre le attuali versioni, cioè Ceed hatchback, Ceed sportwagon e ProCeed shooting brake.

La premiazione ufficiale dei Red Dot Awards avrà luogo l’8 luglio prossimo a Essen, in Germania. Sede dell’evento sarà l’Aalto Theatre, l’opera house disegnata dall’architetto, designer e accademico finlandese Alvar Aalto.

Questo ennesimo riconoscimento al design Kia si aggiunge ai recenti premi ottenuti dalla gamma Ceed agli iF Design Award 2019 di Hannover, Germania, un risultato che sottolinea l’unicità del design Kia, da oltre un decennio sotto la responsabilità di Peter Schreyer, President of Design and Chief Design Officer Kia Motors.

Kia ha infatti collezionato una lunga serie di importanti riconoscimenti proprio ai Red Dot Design Awards, il primo dei quali nel 2009 con Kia Soul; da allora sono stati ben 24 i premi che hanno ribadito al mondo l’unicità del design Kia.

La terza generazione di Kia Ceed ha visto evolversi il nome del modello (in precedenza si chiamava cee’d), senza perdere il suo significato originale: Community of Europe, with European Design.

Come la prima generazione lanciata nel 2007, nuova Ceed è progettata nel centro di design Kia di Francoforte sotto la direzione di Peter Schreyer e Gregory Guillaume, European Head of Design, Ceed è statasviluppata dal centro di ricerca e sviluppo Kia di Ruesselsheim, Germania, e tutte le versioni sono prodotte nello stabilimento di ilina, in Slovacchia. Reinterpretando il carattere sportivo ed emozionante di Stinger (anch’essa vincitrice dell’iF Award nel 2018) la terza generazione di Ceed propone un look più coinvolgente, grazie alle diverse proporzioni. Più bassa, più larga e con uno sbalzo posteriore più pronunciato, Kia Ceed propone una linea più atletica. Le linee rette e decise sostituiscono le forme arrotondate del modello precedente; il frontale ripropone l’iconico ‘tiger-nose’ ma con una griglia più ampia e nuove prese d’aria.

Condividendo dimensioni quasi identiche alla berlina cinque porte, Ceed Sportswagon offre un’area di carico più lunga e un maggior sbalzo posteriore. Le linee della carrozzeria beneficiano di un sottile spoiler sul portellone per un’estetica sportiva e rassicurante. Ceed Sportswagon vanta una capacità di carico significativamente superiore rispetto al passato. Il bagagliaio è cresciuto, raggiungendo gli attuali 625 litri di capacità, un volume maggiore persino di alcune tourer del segmento D.

Familiare, ma con un tocco di sportività e innovazione tipico del DNA Kia, ProCeed shooting brake rappresenta un’alternativa attraente alle tradizionali wagon, conservando nelle sue equilibrate proporzioni ingombri compatti che lasciano intuire la grande agilità. Più bassa (1.422 mm l’altezza) e più lunga, ProCeed con le sue inedite proporzioni sottolinea il DNA da coupé, combinando una sorprendente presenza visiva con grande versatilità.

Sin dalla nascita nel 1955, i Red Dot Awards sono considerati una delle più prestigiose competizioni al mondo dedicate al design industriale. La giuria è formata da 40 esperti fra designer indipendenti, docenti e giornalisti provenienti da tutto il mondo.

I premi Red Dot Awards sono organizzati in tre categorie (Product Design, Communication Design e Concept Design) e vengono assegnati in base a criteri quali innovazione, qualità formale, funzionalità e sostenibilità. Provenienti da 55 Paesi, le aziende partecipanti all’edizione del 2019 hanno iscritto alla competizione più di 5.500 prodotti.

Categorie: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *